Formazione tecnica

"Chiunque smetta di imparare è vecchio, che abbia venti od ottant’anni. Chiunque continua ad imparare resta giovane. La più grande cosa nella vita è mantenere la propria mente giovane."
(Henry Ford)

 

L’era della meccatronica.

“Meccanico” ed “elettrauto” sono figure che non esistono più. “L’evoluzione della specie” è avvenuta nel 2012, con una legge entrata in vigore, che ha interessato l’autoriparatore. Introducendo di fatto una nuova figura professionale. Le professioni di meccanico ed elettrauto si sono convertite in un’unica figura: quella appunto del meccatronico.

L’evoluzione tecnologica delle moderne autovetture ha sancito la necessità di dar vita ad un profilo professionale capace di padroneggiare tanto gli aspetti meccanici che quelli elettrici e tecnologici dell’automobile. Insomma, il meccatronico dovrà essere in grado di eseguire diagnosi corrette sia delle parti meccaniche, sia degli apparati elettronici del veicolo. 

Si tratta ovviamente di una figura più specializzata, che ha avuto bisogno di aggiornarsi. Per questo sono fondamentali i corsi professionali di aggiornamento.

I corsi professionali sono indispensabili per stare al passo con l’evoluzione tecnologica dei veicoli e alla complessità crescente delle problematiche riparative.

Una corretta formazione dell’operatore è fondamentale per ottenere la massima efficienza produttiva e continuità operativa. 

 

Acquisire competenze tecniche, maggiore conoscenza dei veicoli, degli impianti e degli strumenti di diagnosi tramite la formazione specifica per autoriparatori sono un fattore cruciale per il successo della loro attività.

L’aggiornamento professionale è importante per:

  • non sbagliare a sostituire i componenti;
  • essere più veloci nella diagnosi;
  • aumentare gli utili;
  • soddisfazione del cliente.